UNIVERSITÀ APERTA AL MONDO


Prende il via dalla 42a edizione il rapporto di collaborazione e sinergia tra l’Università degli Studi di Teramo e l’Interamnia World Cup, che diventa “Trofeo UNITE”. Fortemente voluta dal Rettore Luciano D’Amico, che vede nella kermesse sportiva un grosso potenziale per proiettare l’Ateneo teramano a livello internazionale, si è stipulata una convenzione tra i due organismi, che prevede lo scambio di iniziative e progetti. Grazie alla rete di contatti intessuta in tutti questi anni dalla Coppa, infatti, sarà possibile intrecciare una serie di relazioni tra la nostra e le Università di altre nazioni del mondo, per promuovere interscambi tra gli studenti e una partecipazione più diretta degli studenti teramani alle iniziative territoriali, in un rapporto di reciprocità. E si pensa all’avvio del prestigioso e corposo progetto “Erasmus Plus” e alla collaborazione relativa a specifici progetti, di integrazione e di minoranze linguistiche ed etniche, come il grande convegno internazionale che il prof. Giovanni Agresti, presidente dell’Associazione LEM-Italia, sta organizzando per il prossimo maggio 2015. Alcuni studenti teramani, intanto, si sono offerti come tirocinanti presso l’organizzazione della kermesse sportiva. La Coppa 2014 è un primo momento di incontro con la mole di giovani che si riversa in città e ai quali l’Università di Teramo aprirà le sue porte, in attesa di concretizzare le relazioni future. Mentre gli studenti della Facoltà di Scienze della Comunicazione, grazie alla partecipazione del Preside Stefano Traini, gireranno un docu-film sulla 42a edizione. Intanto 19 studenti di diversi Dipartimenti universitari del Senegal, hanno già manifestato il loro interesse alla possibilità di scambi e il CESIT (Centro de Estudios Superiores e Investigación Tecnológica – Superiors Studios Center and Tecnological Investigations) argentino avvierà dopo le vacanze estive, i rapporti con i nostro Ateneo. Interessanti adesioni giungono anche dai rappresentanti istituzionali di Afghanistan e Libia, mentre il Presidente della Federazione Handball Pakistana ha assicurato la sua azione di promozione presso le Università del suo paese e il responsabile del team universitario di Pechino ha confermato il suo supporto all’iniziativa, nel nome dello “sport aperto a un nuovo mondo”.

 

This entry was posted in Senza categoria. Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *